lunedì 7 maggio 2012





Le opere qui presentate sono state costruite da Pino Ghilardi, artista specializzato nel navimodellismo statico antico, prematuramente venuto a mancare a soli 40 anni, nel 1985, lasciando incompiute la sua ultima creazione e la sua breve vita.
Molto eleganti e di ottima manifattura, i suoi modelli sono realizzati utilizzando esclusivamente materiali pregiati lasciati al naturale ed integralmente a mano, con estrema cura dei dettagli.
A giudizio degli esperti le opere di Pino Ghilardi, uniche ed inimitabili, rappresentano vere e proprie eccellenze della più raffinata espressione artistica nel mondo del modellismo navale statico antico.



Qualità prioritaria delle opere di questo artista è il fatto che -contrariamente alla maggioranza dei colleghi che usano scatole di montaggio o acquistano in negozio gran parte dei pezzi già preconfezionati limitandosi poi ad un lavoro d'assemblaggio- egli non comprava nulla di già pronto, bensì realizzava i suoi raffinati modelli completamente a mano, con tecniche particolari personalissime e l'utilizzo di complesse strumentazioni da orologiaio ed attrezzature dentistiche di precisione al fine d'ottenere spessori, fresature e fori microscopici nell'ordine di decimi di millimetro.
Le sue opere sono interamente costruite a mano, inclusi ancore, arganelli, bozzelli, cannoni, fasciame, lampade, pagliolati, scalette, scialuppe, sculture, tacchetti e così via.
Tutto è realizzato a mano a partire dai listelli stessi, che l'artista ricavava direttamente da tronchetti grezzi di legni pregiati.


Altro tratto caratteristico peculiare distintivo del ricercato navimodellismo di Pino Ghilardi è la scelta artistica di attribuire alle opere il desiderato effetto cromatico affidandosi unicamente al contrasto offerto da un sapiente accostamento dei vari tipi di materiali impiegati, tutti lasciati al naturale per un risultato estetico particolarmente elegante: legni pregiati di diverso colore (quali ad esempio bosso, ebano, noce, olivo, paduca, radica, sandalo e violet francese), avorio, oro, seta, finissimo cotone, cordame, ottone brunito ecc..
I legni sono stati trattati unicamente con una leggera patina protettiva di cera, atta a garantirli inalterati nel tempo.
La scelta artistica di lasciare i legni al naturale è rarissima anche fra i modellisti esperti, per evidenti ragioni: essa richiede la più pulita perfezione nei dettagli, mentre gli esemplari dipinti comunemente in commercio nascondono quasi sempre -sotto lo strato di colore- una manifattura grossolana e legni di scarsa qualità. 


Prima d'intraprendere la costruzione di un modello, Pino Ghilardi ne ricercava con passione in Italia e all'estero ogni possibile documentazione tecnica e storica, che analizzava accuratamente.
E' peraltro da sottolineare che negli anni '70 non esistevano piani costruttivi de La Réale de France né de Le Soleil Royal (e tantomeno, di conseguenza, scatole di montaggio, ch'egli comunque mai avrebbe utilizzato). Ciò ne precludeva la realizzazione anche alla ristretta nicchia dei più esperti navimodellisti, poiché trattasi di un lavoro denso di difficoltà esecutive, che richiede una grande esperienza unita a doti veramente riguardevoli.
Non a caso, a 40 anni di distanza dalla creazione di questi capolavori, ancora oggi neppure i navimodellisti più competenti si avventurano nella costruzione di un'opera della quale non sia possibile procurarsi il disegno costruttivo, soprattutto per gli evidenti problemi di tridimensionalità, e ciò nonostante il progresso tecnologico odierno possa offrire anche in tale settore un enorme supporto, consentendo ad esempio l'elaborazione di schemi esplosi da disegni in scala.


Per avvicinare più profondamente l'arte di questo artista, si consiglia di leggere le pagine specifiche relative a ciascuna delle seguenti opere:


Questo esclusivo modello de La Réale de France è d'incommensurabile pregevolissima manifattura: la sua straordinaria perfezione tecnica e la sua delicatezza estetica ne fanno un'opera d'arte d'incomparabile bellezza.
La Réale de France è la leggendaria galea ammiraglia della flotta reale di Luigi XIV, che verrà nei secoli successivi resa immortale dalla filmografia mondiale, grazie ai numerosi film dedicati alla storia d'amore di Angelica e il Re Sole.


Interamente costruito a mano con legni pregiati e di elevatissimo livello qualitativo, questo elegante modello di Galeone Veneto ben incarna la finezza estetica tipica delle opere di Pino Ghilardi.


Con un totale di oltre 7.000 ore di lavoro, in cinque anni l'artista realizza integralmente a mano tutte le sovrastrutture in scala 1:100 della maestosa nave ammiraglia Le Soleil Royal, opera dall'armoniosa perfezione tecnica e dal limpido gusto artistico, che -rimasta incompiuta- attende di essere portata a termine...


c.ghilardi1968@gmail.com